Menu

Giorgio Caruso – Omnia

Exhibitions

Giorgio Caruso – Omnia

Mostra personale di

Giorgio Caruso

OMNIA
Dal caos alla forma dell’universo

DiffèrArt Gallery/Lab– via Adua n. 21, Cosenza

Dal 24 novembre al 28 dicembre 2018

A cura di Sandra Leone e Martina Castiglia

Inaugurazione: sabato 24 novembre 2018, ore 18.00 

DiffèrArt inaugura la nuova stagione espositiva con una mostra personale di Giorgio Caruso, dal titolo “Omnia”. La mostra presenta un importante numero di opere inedite, realizzate dal 2015 ad oggi, che testimoniano la sua ultima ricerca artistica.

Cos’è l’Universo? Da cosa è composto? C’è vita oltre la nostra? Queste sono le domande a cui l’artista ha cercato di rispondere, sviluppando una serie di ipotesi visive e sensoriali che trovano volto in “Omnia”.

Se l’universo è l’insieme di tutte le cose che esistono: stelle, galassie, pianeti, materia, energia, Omnia può definirsi una maxi installazione che risponde alla domanda sul tutto.

Il presupposto scientifico diventa espediente per una riflessione esistenziale e ontologica più grande, alla quale solo l’artista può rispondere attraverso la poetica dell’Arte, andando oltre la forma stessa. Quella che l’empirista Charles S. Peirce chiama cosmologia evolutiva: l’abitudine dell’universo, o percezione, rientra nella sfera dell’interpretazione. Seguendo un processo circolare ermeneutico, si parte dall’avere un’intuizione, generata dai sensi grazie ai quali si fa esperienza di qualcosa, per poi arrivare alla rappresentazione di quella determinata cosa.

Allo stesso modo, l’artista, indagando sull’origine e la conoscenza del kosmo, pone il chaos al centro della sua riflessione, uno stato di indeterminatezza assoluta, una infinita possibilità, evidenziato dall’uso di una pittura per lo più astratta. Crea immagini che esprimono concetti attraverso la combinazione di forme geometriche pure, colori e linee, dà sfogo a tutta la sua immaginazione e creatività, affidandosi unicamente ai sensi, verrebbe da dire la supremazia del kunstwollen o “volere artistico”.

Dal groviglio di sensazioni si sbroglia questa sorta di empatia, o rapporto panteistico, di confidenza tra l’uomo e i fenomeni del mondo esterno, che è pura rappresentazione concreta e “figurativa” dell’Universo.

Esse est percipi, la realtà si dimostra attraverso un insieme di idee.

 EFENTO FACEBOOK: www.facebook.com/events/197722257810572/

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!