Menu

Giulio Telarico

Artists

Giulio Telarico

GIULIO TELARICO

www.giuliotelarico.it

Giulio Telarico, laureato al DAMS, ha insegnato Discipline Pittoriche presso il Liceo Artistico di Cosenza.

Il 1995 lo vede a Piazzetta Toscano, tra i partecipanti al processo di rivalutazione del centro storico di Cosenza, con l’esposizione “Biancosunero”. Nel 1996 l’iniziativa “Laboratorio di un artista nel museo”, svoltosi nel Museo Civico di Rende, promuove l’intervento degli alunni di scuola media superiore nell’ambito di un laboratorio museale. Nel 1998 partecipa all’iniziativa “Summertime una stagione dell’arte” presso la Casa delle Culture di Cosenza. Nel 2004 è invitato alla mostra “Arte in Calabria 1960 – 2000” prime acquisizioni, MAON – Museo D’Arte Dell’Otto e Novecento – Rende (CS). Nell’ambito della “Terza Triennale D’Arte Sacra Contemporanea” di Lecce, riceve un premio per la pittura. Il 2007 è invitato alla mostra “Zona Ovest, Austria occidentale in dialogo”, presso la Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino. Nel 2009 è presente al Museo civico dei Brettii e degli Enotri, Cosenza, con la mostra “Tornare@Itaca”,  che nel 2010 è riproposta a Milano presso la Fondazione Mudima. Sempre nel 2010, tiene una mostra personale dal titolo “Il silenzio delle ombre” presso la  Galleria La Bussola di Cosenza. Nello stesso anno è presente nella mostra “Viaggio nella parola di Alda Merini” presso l’Auditorium della Fondazione Cariplo e alla Biblioteca Sormani Milano. Nel 2011, espone i lavori della serie “Sempre e comunque bianco” negli spazi della Fondazione Volume a Roma, e, a cura dalla stessa Fondazione, propone il suo lavoro nei locali del Pantheon Royal Suite di Roma. E’ invitato nel 2011, alla mostra “Lo stato dell’arte – Calabria” promossa dal Padiglione Italia della 54. Biennale di Venezia a Villa Genoese Zerbi, Reggio Calabria. Nel 2012 realizza presso la Galleria Nazionale di Cosenza, organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Calabria, una prestigiosa mostra personale dal titolo “Dialogo con l’ombra”, presentando circa 20 opere pittoriche di grande formato e “La Stanza segnata”, suggestiva installazione site specific.

E’ invitato a realizzare dalla “Fondazione Premiosila ’49” il Manifesto per l’Edizione 2012. Sempre nel 2012 riceve, nell’ambito della XXVI Edizione del Premio Pandosia, il premio alla carriera quale artista tra i più interessanti e lungamente attivi nel territorio regionale, la cui poetica visiva ha saputo e riesce ancora a ricercare un linguaggio autonomo nell’estetica attuale. Nel 2013 tiene una mostra personale dal titolo “Cartalibro – storie di imago” curata da Sandra Leone, presso lo spazio espositivo della SALA 1 – Roma. 2014 “Oltre il muro” Fondazione Muso Internazionale della Memoria, Ferramonti di Tarsia (CS). 2015 “MITO SEPOLTO” Alarico e la leggenda dei due fiumi, Museo Civico dei Brettii e degli Enotri – Cosenza. Nel 2015 nel Castello Normanno Svevo di Cosenza presenta l’installazione “(im)possibili paesaggi”. Nel 2016 riceve il Premio LIMEN 2015 nella sezione Maestri Calabresi “per la costante ricerca, l’originalità e qualità del suo lavoro che recupera elementi archetipi fatti di segni e figure confluenti in un mondo poetico e ricco di fascino”. È invitato da Giuseppe Capparelli alla mostra “Questa casa non è un albergo” Officine Miramare, Reggio Calabria

 

SUE OPERE SONO PRESENTI IN ALCUNE COLLEZIONI PUBBLICHE E PRIVATE TRA LE QUALI:

Collezione Permanente di Arte Contemporanea – Galleria Nazionale di Cosenza – Palazzo Arnone
Art Box – Collezione Nucci, Roma.
Donazione La Daga, Maon, Rende (CS).
Museo d’Arte Contemporanea della Valcellina, Claut (Pordenone).
Collezione Fondazione Segno, Pescara.
Collezione della Scuola di Specializzazione di Storia dell’Arte, Università di Siena.
Galleria d’Arte Sacra Contemporanea, Lecce.
MAON, Museo dell’Otto e Novecento, Rende (CS).
Museo Civico d’Arte Contemporanea, Praia a Mare (CS).

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!